Come riconoscere le punture da acaro del tarlo del legno?

Posted on

Realizzata in soli due mesi su progetto dell’architetto Giovanni Dal Cin - esperto di bioedilizia e progettazione sostenibile - la struttura parassita di BLM Domus, è stata costruita completamente in legno.

I vantaggi di una struttura in legno sono molteplici. Una casa parassita in legno è di “classe A”: bellissima da vedere, è confortevole, facile da costruire e il rapporto qualità/ prezzo sul materiale è molto equilibrato. La struttura portante sarà in legno. Se avete bisogno di altro spazio per accogliere i vostri ospiti o un nuovo membro famigliare, la soluzione migliore è avere una casa parassita in legno. Inoltre grazie ad una casa parassita in legno ecosostenibile, avremo un ridotto consumo energetico. Infatti il legno, nel mercato globale, è un materiale che viene utilizzato molto per la costruzione delle case. Un’abitazione in legno, rende gli ambienti molto accoglienti: sono caldi e le pareti e i pavimenti creeranno, nella vostra casa, un’atmosfera molto piacevole. I pannelli di fibre di legno sono regolamentati dalla EN 13171 e rientrano nell’elenco B dei materiali da costruzione. anche il legname delle latifoglie, scartato dall’industria della lavorazione del legno.

Se non sopportate l’alcool esiste una variante della ricetta francescana che potete utilizzare anche come tonico generale e per la prevenzione della maggior parte delle malattie.

  • Sara Marini, Pippo Ciorra, Richard Ingersol, Manuel Orazi.

Nel processo per via umida, come collante per le fibre vengono utilizzate le resine proprie del legno.

Possono però assorbire bene il rigonfiamento e il ritiro degli elementi di legno adiacenti della struttura. spessore 60-120 mm Sono anche reperibili fibre di legno sfuse in diversi formati per isolamenti da insufflare in opera. I materiali isolanti a base di fibre di legno sono innocui dal punto di vista sanitario. rinnovabile come il legno viene visto positivamente, sebbene oggi complessivamente si consumi più legno di quanto ne I materiali isolanti a base di fibre di legno che non sono stati danneggiati possono essere riutilizzati. Le fibre di legno possono essere compostate, i materiali sfibrati possono essere usati anche per alleggerire il terreno. Le proporzioni ingannevoli date dalle lunghe prospettive, non smettono di affascinare e raccontare dell’ineguagliabile progetto architettonico che si chiama ‘giardino alla francese’. Giovanni Dal Cin, esperto di progettazione in bioedilizia.L’azienda non è nuova a lavori del genere, essendo specializzata nella progettazione e realizzazione di case passive con la struttura portante in legno. Con l’aggiunta della struttura parassita la nuova zona giorno è diventata di circa 60 mq compreso la veranda esterna.I tempi di realizzazione sono stati ridottissimi: soli due mesi.

La cura delle proprie piante e fiori in giardino, nell’orto o sul balcone di casa è importante per avere un angolo sempre verde e fiorito.

  • Manuela MATTANA – Il progetto dell’efficienza energetica: dalle case passive agli edifici ad energia quasi zero – marzo 2015

I montanti in alluminio sono stati ancorati alla base in X-Lam attraverso dei rivetti; una volta stabilizzata la struttura verticale, sono state montate a incastro le traverse in alluminio.

La struttura parassita si distingue dalla ospite in termini di spazio e di forma, ma resta legato ad esso per necessità di condivisione degli impianti e altro. Un’ampia veranda in legno avvolge la struttura per accentuare il senso di leggerezza, sostenuta da leggeri pilastri per valorizzare la facciata dell’edificio. Realizzata in soli due mesi, la struttura parassita di Blm Domus, è stata costruita completamente in legno. La struttura di questo corpo è realizzata con un telaio in abete, coibentato in fibra di legno con placcatura in fibrogesso. Stessi materiali (abete e fibra di legno) sono stati utilizzati per la coibentazione del tetto. Ma altri esempi di case parassita possiamo trovarli in giro per il mondo, e in alcuni casi si tratta di strutture architettoniche anche piuttosto stravaganti. La struttura è stata costruita per l’esibizione Synergy & Symbiosis che ripropone i migliori lavori delle cinque precedenti edizioni della Biennale UABB dal 2005 al 2014. Qui, la struttura Veneziana, è utilizzata come ricerca materiale di elementi fondamentali dello spazio tradizionale. I tubi vengono flessi per creare archi autoportanti che garantiscono impatto zero sul suolo, così come un una struttura altamente temporanea per l’ambiente storico e fragile della Biennale.

Presentazione sul tema: “IL LEGNO LA PRODUZIONE DEL LEGNAME LE PROPRIETA’ DEI LEGNAMI”— Transcript della presentazione:

  • eliminare parassiti
  • metodi naturali

La geometria segue due curve guida che definiscono i bordi della superficie generati dalla interazione tra la struttura esistente e la composizione dello spazio interno.

In tale rapporto inscindibile e dialettico che intercorre tra spazio e struttura l’architettura prende forma e si predispone alla fruizione da parte dell’uomo. Inoltre, anche in natura, sono molti gli esempi di reciproco aiuto tra esseri viventi diversi, forme di assistenzialismo e dipendenza che in realtà costruiscono forme simbiotiche di vita. Ma a caratterizzare la nuova casa ‘parassita’ non è solo la particolarità della sua struttura. (Particolare della casa ‘parassita’ - fonte: www.blmdomus.com) Un altro vantaggio della bioedilizia in legno, inoltre, è la possibilità di portare a termine un progetto in tempi molto rapidi. La casa parassita infatti non possiede impianti propri, ma sfrutta interamente quelli già esistenti nella struttura che la ospita. Nel caso della struttura di Lissago le pareti sono state realizzate utilizzando un telaio in abete, coibentato in fibra di legno con placcatura in fibrogesso. Per garantire l’isolamento sono state poi ricoperte con un ulteriore cappotto termico in fibra di legno rivestito con facciata ventilata in larice. Per l’impermeabilizzazione della struttura è stata invece utilizzata una guaina elastomerica. I vantaggi di una casa parassita in legno sono molteplici.

Le punture degli acari del legno sono dolorose?

Questo tipo di struttura garantisce infatti ottime prestazioni energetiche e acustiche, con benefici non solo in termini di costi di gestione ma anche di benessere e qualità abitativa.

Sara Marini lo svela nella sua natura biunivoca: da una parte, infatti, viene intesa come pertinente soluzione alla domanda di densificazione, prospettandosi come modello di crescita urbana. Realizzata in soli due mesi su progetto dell’architetto Giovanni Dal Cin, la struttura parassita è stata costruita completamente in legno. da cristianotoraldo Come dimostrato in vari articoli, il legno è uno dei materiali più interessanti e versatili che si possano trovare in natura. Ma quali sono i peggiori funghi e parassiti del legno e come possiamo evitarne la proliferazione a monte del processo di realizzazione di un´abitazione? Nel prossimo articolo cercheremo di capire quali sono i possibili parassiti che possono proliferare all’interno del legno e che possono compromettere la stabilità di un edificio. Sara Marini, Architettura parassita strategia per il riciclaggio della città, Quodlibet, Macerata, 2008. E’ anche possibile inserire la foto della propria casa per procedere a progettare il giardino dei nostri sogni! È il risultato del progetto firmato dall’architetto Stéphane Malka che si basa sull’uso intelligente di cubi in legno aggiunti alla facciata. Oltre a sfruttare gli spazi interstiziali tra edifici diversi, non mancano negli ultimi anni esempi di “superfetazioni” architettoniche annesse alle facciate delle strutture esistenti.

I maschi hanno il pene in testa e vivono a centinaia nel corpo della femmina: i policheti marini del genere Osedax, detti anche “vermi zombie”, hanno una bizzarra vita sessuale

Una situazione dovuta alla presenza di ponti termici, cattivo isolamento e infissi con prestazioni scadenti, che portano il consumo energetico annuo della struttura a 190 KWh per metro quadro.

Questi nuovi cubi sono interamente in legno proveniente da fonti gestite in maniera sostenibile e hanno una struttura modulare. Ogni cubo può presentarsi come una sorta di bow window, migliorando l’illuminazione naturale, ma anche essere trasformato in giardino pensile. Una semplice struttura di legno è rivestita da tegole flessibili argentate, realizzate con il materiale di scarto che normalmente si impiega per il Tetra-Pack alimentare. In facciata sono inseriti cubi in legno sostenibili realizzati con trucioli di legno e legno riciclato, che assicurano una leggerezza e una grande flessibilità nell’assemblaggio, oltre ad aiutare l’isolamento termico. Nella zona di parcheggio dell’auto è stata disegnata una struttura minimale in ferro sulla quale verrà fatta crescere dell’edera. Questa idea è stata scartata a causa di fattori economici e si è preferito optare per la creazione di un giardino pensile lungo 800 metri sul tetto della nuova stazione. La piscina sul tetto è il tocco di classe di questo giardino privato, essendo stata costruita con il fondo in vetro trasparente sostenuto da travetti di calcestruzzo. Un grande porticato centrale circolare di vetro e legno, di 40 metri di diametro, ha definito lo spazio principale della piazza. La costruzione di pergolati e gazebo può essere prevista per rendre il giardino usufruibile come spazio aggiuntivo alla casa. Uno degli elementi essenziali di un giardino è rappresentato dal manto erboso che potrà essere munito di un impianto di irrigazione a scomparsa in modo da provvedere all’innaffiatura della superficie. Inoltre, sono utilizzati cookie per compilare statistiche anonime aggregate che consentono di capire come gli utenti utilizzano il sito e per migliorare la struttura e i contenuti dei Siti stessi.