Rimedi naturali - Come combattere cavolaia, altica e mosca del cavolo in modo naturale

Posted on

Molti insetti come le coccinelle o i lombrichi sono i benvenuti, perché ci danno una mano nel creare un ambiente favorevole allo sviluppo delle piante e quindi delle verdure.

Per approfondire il discorso su come combattere gli insetti e i parassiti senza usare prodotti chimici consigliamo la lettura dell’ottimo testodifendere l’orto con metodi naturali. Sono degli insetti molto piccoli che succhiano la linfa dalle piante dell’orto. È buona norma disinfettare il terreno onde distruggere le larve e altri insetti dannosi con prodotti a base di Iyindano (Isomero gamma deirEsaclorocicloesano) come Tiogamma inodoro, Geogamma ecc. — È un insetticida potente, largamente usato per combattere tutti gli insetti che rodono le foglie, i fiori, le gemme e i frutti delle piante legnose ed erbacee. Per le piante di Ginepro e le Cupressacee è possibile impiegare prodotti specifici contro il trattamento della ruggine come Bitertanolo e Ciproconazolo. per il monitoraggio della Carpocapsa (verme delle mele) Allegagione Controllare le trappole a La diffusione deve poi dipendere da alcuni piccoli insetti, prodotti dalla prima apparizione dei cancro, i quali vanno poi moltiplicandosi sotto la corteceia. Quando le mele cadono a terra sono la perfetta ubicazione per un certo numero d’insetti affinché comincino a farne la propria abitazione. Sono conosciuti anche come la mosca del melo o verme della ferrovia.

Eliminare Insetti e Parassiti dalle Piante con Prodotti Chimici

  • Trattamento contro la carpocapsa della mela, pera e noce

Le gallerie alla fine vengono riempite con una polvere secca conosciuta come “l’escremento pr4odotto dagli insetti,”, che è composta di escrementi e segatura prodotti dalla trivellazione.

Si può applicare una generosa mano di pittura bianca esternamente in lattice al tronco dell’albero, per proteggerli da questi insetti. Sistemando uno strato di farina fossile intorno alla base dell’albero verso l’inizio della primavera s’impedirà a questi insetti di arrivare all’albero. Per bloccare questi insetti, basta infilare un pezzo di stagno dentro il terreno intorno al tronco dell’albero. Esse andranno in letargo sotto i bordi della corteccia ruvida dei rami del tronco dell’albero ed escono durante i primi giorni caldi del mese di aprile. Gli alberi d’arancia Osage sopporteranno questi insetti infestanti, anche se il frutto di quest’albero (mele da siepe) respingerà molti altri insetti. Se le larve sono nel bidone della spazzatura, riempilo con la candeggina e chiudi il coperchio, così i vapori uccidono tutti gli insetti. Ecco i prodotti che puoi provare per uccidere le larve: 5 Quest’ultimo è utile se hai delle larve all’interno di un contenitore come il bidone della spazzatura. Così come il melo, anche il melone può essere vittima dell’Oidio, trattabile anche in questo caso con prodotti a base di rame e di zolfo. Le piccole lesioni su tronco e rami, causate da tagli o da insetti, sono il lascia passare prediletto di questo fungo, che predilige le parti corticali più recenti.

Mosca delle ciliegie - Rhagoletis cerasi L. Atlante di Entomologia Agraria - Insetti dannosi

  • Carpocapsa (Cydia pomonella);
  • Cecidomia dei frutti (Contarina pyrivora);
  • Tentredine o Oplocampa (Hoplocampa brevis);
  • Mosca della frutta (Ceratitis capitata).

Prima di decidere un intervento con prodotti fitosanitari, oltre agli interventi di tipo meccanico, è possibile anche utilizzare insetti utili.

L’altro danno ben più importante della melata sono le punture di nutrizione che i piccoli insetti effettuano su foglie e germogli. Infatti è attivo su numerosi insetti quali afidi, mosca bianca, dorifora, tripidi, nottue, cavolaia, piralide, cimici e molti altri. MELO e PERO (da frutto noce a inizio ingrossamento frutti) Verme delle mele Ricamatori della frutta Nell’ultima decade di maggio trattare con Cutis a 20 ml. Le uova sono di piccole dimensioni circa 1 mm e vengono deposte dalle femmine negli anfratti attorno alle piante ospiti o direttamente su di esse nelle fessurazioni del tronco. Per la lotta chimica sono disponibili anche prodotti adatti all’agricoltura biologica, perché innocui per altri insetti. Particolare attenzione sul ciliegio contro corineo (gommosi), mosca e afidi; anche in questo caso consigliamo prodotti rameici con piretro naturale. Detta anche “verme delle mele”, è un lepidottero che depone le uova su foglie e frutti. I segni sulle piante si possono facilmente identificare a livello della corteccia sia del tronco principale che delle ramificazioni. Gli alberi da frutto al pari degli ortaggi possono essere attaccati da insetti e malattie in grado di portare alla perdita del raccolto ed al malessere della pianta.

Mosca della frutta - Ceratitis capitata Wied. Atlante di Entomologia Agraria - Insetti dannosi

  • Durone di Vignola e Durone della Marca: frutti a polpa dura
  • Precoce della Marca e Goriziana: frutti a polpa tenera
  • Bigarreau Napoleon e Bigarreau Moreau: frutti a polpa semidura

I danni sono prodotti dalle larve, come  appena accennato le piccole larve scavano delle gallerie di forma concentrica o a spirale.

Anche certi insetti, come le coccinelle, sono usati nella lotta biologica perché si nutrono di afidi. 94,45 € Disponibilità Ricerche correlate a insetticida per larve I feromoni sono delle sostanze volatili secrete generalmente dalle femmine degli insetti. Tra i prodotti da impiegare, ricordiamo: - Polisolfuro di calcio Il trattamento con questo prodotto, 챔 attivo anche nei confronti della ticchiolatura e del cancro delle pomacee. Interventi chimici Si interviene al momento della caduta delle foglie, con: - Prodotti rameici - Thiram. pruni) Interventi chimici\xC2\xA0 Si interviene con la distribuzione di prodotti rameici nella fase d’ingrossamento delle gemme, se sono stati evidenziati infezioni sui rami e danni sui frutti nell’annata prececente. Interventi chimici Dopo la caduta naturale delle foglie e in inverno nella fase di pieno riposo vegetativo, i prodotti da utilizzare sono: - Poltiglia bordolese - Ossicloruro di rame - Ziram - Tiram. pruni) Interventi chimici Dopo la caduta naturale delle foglie, i prodotti da utilizzare sono: - Poltiglia bordolese - Ossicloruro di rame. Gli insetti fitofagi, contrariamente ai parassiti, sono in grado di sopravvivere in modo autonomo ma attaccano le piante (foglie, frutti, radici, ecc.) Per liberarsene una volta per tutte non è necessario affidarsi a invasisi prodotti chimici e pesticidi: c’è un rimedio naturale molto più semplice ed efficace!

  • ci sono prodotti che posso mettere nel tronco per richiudere il buco

Le mele cotogne, oltre ad avere un sapore unico e un aroma incredibile, sono anche dei frutti sani, che dovrebbero venire utilizzati più spesso nella cucina autunnale. Di solito è di tipo guidato e passa per un monitoraggio preventivo della popolazione di insetti per comprendere la grandezza dell’attacco attraverso delle trappole cromotropiche di colore bianco. Leggi gli articoli di approfondimento: Le mele in questo caso sono state attaccate dalle larve della carpocapsa (Cydia pomonella), Lepidottero conosciuto anche come «verme delle mele». Le uova, che sono di colore nocciola-brunastro o rossastro, hanno un diametro di circa 1-1,5 mm e sono deposte negli anfratti della scorza, generalmente alla base delle piante. I nematodi si posizionano nel terreno e vanno alla ricerca delle larve degli insetti nocivi, e penetrando al loro interno, ne causano la morte. Feromoni e trappole: Per lottare efficacemente ed in modo naturale contro gli insetti dannosi!I feromoni: cosa sono ?I feromoni sono delle sostanze volatili secrete generalmente dalle femmine degli insetti. Tuttavia sono possibili i casi di infestazione intensa anche se molto rari, in questi casi si interviene prima della schiusura delle gemme con prodotti come olio bianco. Contro questo insetto parassita sono efficaci anche i comuni prodotti della classe dei piretroidi utilizzati per contrastare diversi altri insetti. Come abbiamo visto nell’introduzione sulle cimici verdi, questi insetti sono molto attratti da diversi tipi di piante. Le case in legno, infatti, sono un fantastico rifugio naturale per degli insetti come le cimici. Le larve della mosca della frutta sono poco appariscenti, di colore bianco sporco, e sono proprio loro a causare il danno più significativo alle piante. Una volta che le uova si sono dischiuse, le larve della mosca della frutta, iniziano a scavare gallerie all’interno del frutto, cibandosi voracemente della sua polpa.