Come allontanare le lumache dal giardino con metodi naturali

Posted on

Anche questi parassiti, conosciuti più comunemente con il nome di “pidocchi delle piante”, sono molto piccoli e sono molto temuti.

Nei luoghi con inverni miti possono essere coltivate anche in piena terra in giardino, oppure possono essere trattate anche come piante da giardino annuali. Specialmente nella coltivazione delle piante in vaso infatti ci possono essere dei problemi legati alla mancanza di sostanze nutritive essenziali per la crescita delle piante, come macro e microelementi. I maggiolini sono altri fastidiosi coleotteri, le larve stanno nel terreno e si nutrono delle radici delle piante da orto e da vaso. Utile anche per bagnare le radici delle piante prima della loro messa a dimora. Si tratta di vermetti molto più piccoli dei lombrichi che si cibano delle radici fino a entrare dentro la pianta divorandola dal sotto. Cercate, innanzitutto, d’impiegare il meno possibile insetticidi chimici da vaporizzare: tenetele lontano ed eliminatele con l’aiuto di animali predatori, metodi meccanici, sostanze e rimedi naturali. Gli ossiuri, dicevamo, sono vermi che hanno l’aspetto di piccoli filamenti bianchi, sono molto sottili, lunghi circa 1 cm, e si muovono parecchio. Tuttavia, rispetto ad altri alberi, i tigli hanno una buona resistenza alla rottura dei tessuti e anche per questo motivo sono apprezzati come piante ornamentali. Sono alberi monumentali adatti come piante ornamentali per decorare viali, parchi e giardini di notevoli dimensioni, nonché per l’arredo urbano grazie alla notevole resistenza allo smog delle metropoli.

Antiparassitari naturali: rimedi contro i parassiti delle piante

  • Il Foeniculum vulgare è una pianta aromatica perenne o biennale, completamente rustica, di grandi dimensioni: la pianta visita : foeniculum vulgare

Sugli esemplari già sviluppati, le radici perdono le proprie funzionalità ed il deperimento dell’ortaggio e della pianta sono le conseguenze più dirette di questo tipo di attacchi.

Fortunatamente ci sono anche degli efficaci rimedi naturali, che in maniera semplice e naturale ci consentiranno di preservare la produzione stagionale e la salute delle piante. Possiamo ricorrere poi alle piante aromatiche come il rosmarino, il timo, la salvia e la menta per difendere i cavoli dalle farfalle cavolaie. Contro i pidocchi  delle piante sono efficaci anche gli spicchi d’aglio messi nel terreno. Piante come rosmarino, timo, salvia e menta piantate fra i cavoli allontanano la cavolaia, una farfalla che si nutre proprio delle foglie dei cavoli. I funghi, come le muffe, possono parassitare i batteri, ma alcune specie sono comuni parassiti di alberi e ne provocano la morte in poco tempo. Sulle radici del cisto (pianta della macchia mediterranea dalla vistosa fioritura) si insedia talvolta una pianta parassita, unico rappresentante nella nostra flora della famiglia delle Rafflesiacee. L’aglio: è il principale alleato contro i parassiti delle piante infatti funge da antibatterico, anti acaro, anti afidi etc. Questi sono solo alcuni dei rimedi naturali per eliminare i parassiti dalle piante poiché di soluzioni ce ne sono tante e tutte molto efficaci. D’estate potrebbe essere una buona idea mettere in giardino una ciotola d’acqua per gli animali “di passaggio”, compreso il riccio.

Altri Metodi Naturali per Eliminare Insetti e Parassiti dalle Piante

  • Cataplasma di cipolla: E’ utile per curare pelli secche e rovinate, ascessi, geloni, smagliature ed altro. Tritare una cipolla ed applicarla tramite una garza sulla parte interessata.

La pianta colpita dalla Delia antiqua è principalmente la cipolla, ma è possibile trovarla anche su altre specie della famiglia delle liliacee.

Le cocciniglie sono parassiti che danneggiano le piante ornamentali come i ficus, gli alberi da frutto e soprattutto gli agrumi, in particolare limoni ed aranci, in pochissimo tempo. Niente è più importante in questo periodo storico che capire sè stessi e mettersi al servizio dell’umanità, della Madre Terra e dei suoi figli, piante ed animali compresi. La talpa non mangia le radici delle piante dell’orto. I parassiti delle piante si possono combattere anche con una soluzione di acqua e tabacco. Anche se prendersi cura di un riccio non è molto complicato, questi animali possono avere diverse malattie come tutti gli altri animali. I nematodi sono dei piccoli vermi che si annidano nelle radici delle piante evitandone lo sviluppo e la giusta crescita. Il macerato di ortica è il più conosciuto tra i preparati naturali per la difesa delle piante di orto e giardino dai più comuni parassiti. Come accennato con il tabacco anche con il peperoncino può essere preparato un macerato che opportunamente filtrato può essere asperso sulle foglie delle piante attaccate dagli afidi. In genere si sviluppano su gran parte delle piante coltivate, dalle orticole, alle piante ornamentali; molto diffusi sono gli afidi delle rose e gli afidi del tabacco.

Dipladenia - Dipladenia spp. Atlante delle piante da vaso - Piante da appartamento e da balcone

  • utilizzatelo freddo all’interno di un nebulizzatore e spruzzatelo direttamente sulle piante.
  • Altrimenti cospargete i fondi del caffè intorno alla pianta che desiderate proteggere.

Possono essere distribuiti sia mediante vaporizzazione (sulle piante in piena terra), sia tramite irrigazione (o spargendo le formulazioni in granuli) per le piante in vaso.

Sempre più persone provano interesse per la cura del giardino, dell’orto o del balcone e si interessano a soluzioni come gli antiparassitari naturali per piante. I preparati a base di aglio o erba cipollina o cipolla risultano validi nel prevenire e curare malattie fungine e batteriche di rose, insalate, fragole e alberi da frutto. Molti oli essenziali di piante aromatiche come timo, melissa, rosmarino, eucalipto e menta possono essere impiegati contro insetti parassiti grazie alla loro azione repellente. Contiene un estratto derivato dalle bucce di agrumi chiamato “limonene.” È molto efficace: quando è unito con qualsiasi quantità di rimedi naturali contro i parassiti. Le pastiglie d’aglio possono essere acquistate e messe nel terreno intorno alle piante ed agli alberi per evitare che gli animali li possano danneggiare. Altiche Le altiche, note anche come pulci di terra, sono piccoli coleotteri che rodono le foglie esternamente e scavano delle piccole fosse sulla loro superficie. I maggiolini sono altri fastidiosi coleotteri, le cui larve stanno nel terreno e si nutrono delle radici delle piante da orto e da vaso. Altri metodi naturali sono aglio e sapone di marsiglia Cocciniglia. Vediamo quindi come eliminarle con metodi naturali per salvare le nostre piante dalla loro voracità.

Come allontanare le lumache dal giardino con metodi naturali

Ecco alcuni estratti efficaci contro i parassiti delle piante: foto ideegreen.it Sono numerose le specie di parassiti che possono attaccare le vostre piante nell’orto o nel giardino.

Nella vostra coltivazione vi è capitato di utilizzare questi metodi come antiparassitari naturali e fungicidi per l’orto o altre piante? Ci sono anche degli insetti parassiti come gli afidi e le tignole che potrebbero danneggiare le piante fino a farle morire, nei casi peggiori. Ci sono molti modi per creare delle barriere naturali che tengano lontani gli insetti dalla nostra casa e dal nostro giardino. AGLIO: Tagliate uno spicchio d’aglio a fette e seppellitelo nel vaso della pianta colpita. Se avete molta terra a disposizione intorno alla piantina, potete crescere delle vere proprie piante d’aglio, utilissime per allontanare molte specie di parassiti. Il continuo attacco di questo fastidioso coleottero porta la pianta a morire lentamente: sia gli attacchi alle radici che quelli alle foglie provocano infatti gravi sofferenze irreversibili. Le elateridi attaccano tutti i tipi di pianta bulbosa, sia orticola che ornamentale, come cipolla, aglio, porro, tulipani, lilium, begonie, narcisi. Jonathan vi spiega quali usare in QUESTO VIDEO>> 2- A volte basta lavare le foglie delle piante infestate con dei rimedi naturali. L’aglio sembra inoltre efficace anche contro le malattie fungine come la peronospora e, se distribuito nel terreno, contro alcuni tipi di nematodi (parassiti presenti nella terra). In quest’ultimo caso alle file di porri possono essere alternate anche file di aglio e cipolla. Una cura attenta della pianta prevede la rimozione delle foglie appassite, che vanno tolte dal vaso tempestivamente, poiché hanno l’effetto di inibire la formazione dei semi di geranio. E’ consigliabile smuovere periodicamente la terra nei vasi, per prevenire la formazione delle caratteristiche croste, che impediscono sia l’assorbimento dell’indispensabile nutrimento-acqua, sia la corretta respirazione delle radici della pianta. Le radici della pianta infestata assorbiranno l’umore dell’aglio e questo comincerà a scorrere nella linfa della pianta stessa.